Burkino-a-Fasi

quei 38 euro di multa comminati al mag’otelma, pizzicato dalla gendarmeria francese sul lungomare di nizza mentre cercava di leggere la mano a una donna affetta da parkinson [«mi disallineava i pianeti, avrò ricominciato cinque volte»], non hanno gridato sufficientemente vendetta. una delle prime vittime del sciocco provvedimento anti integralista francese è un nostro connazionale e pochi ne hanno parlato. ci si è concentrati invece solo sul corpo delle donne e solo sull’aspetto della libertà di culto e dei suoi derivati sociali, legali, geopolitici: poco, troppo poco su quelli erotici, almeno secondo chi scrive. ma qui si vuole porre l’accento su altre questioni, sfiorando soltanto quella della possibile moda del burkini sulle spiagge prima europee e poi mondiali, moda surrettiziamente volta a coprire certi inestetismi come le vene troppo varicose, la cellulite troppo invasiva, i peli sugli arti inferiori troppo provocatori: il tutto con la semplice scusa del «vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non mi scassare». se a proposito della questione burkini si è trascurato il punto di vista dell’unione dei maschilisti retrogradi appannaggio di quello della lega progressista femminista è anche perché il mondo delle buone intenzioni scavalca quello delle soluzioni low cost, intellettualmente parlando. ai sarcastici fanatici della semplicità non è rimasta quindi altra soluzione se non quella di vergare sui cessi degli autogrill direzione mare scritte come «W i burkini! (specie in spiaggia, specie all’imbrunire!)» prima di rimettersi alla guida verso la località balneare scelta dalla compagna, che gradiva un centro di yoga o quel mercatino pieno di stracci colorati, per non perdere il ritmo dei vizi consolidati durante l’anno feriale, vizi a rimorchio della classe sociale a cui ci si è iscritti da piccoli o dopo il matrimonio. epperò nessuno che pensi all’interdizione alle spiagge della costa azzurra del burkini light di paolo villaggio (versione cappuccio:OFF) o a tutti i possibili epigoni o apparizioni di padre pio (versione cappuccio: ON) che potrebbero spingervi al selfie dell’anno o quantomeno a rendere indimenticabile la vostra altrimenti ordinaria estate a cavallo della costa azzurra.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

0 comments on “Burkino-a-FasiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *